?>

11196230_1466814753630383_4906025587961606864_n

MICHELE CAPOZZI, pornologo, nasce a Genova nel 1946. Laureato in Giurisprudenza e diplomato in Scienze Sociali, si trasferisce a Londra dove esercita la pratica legale, diventa figlio dei fiori e frequenta la comunità hippy. Tornato a Roma, per un pò lavora nel cinema. Nel 1978 si trasferisce definitivamente a New York, dove tuttora abita sulla sua barca, inventandosi la professione di esploratore urbano e pornologo.
Di indole nomade, passa molto tempo in volo tra Los Angeles, Milano e Roma. Ha collaborato con vari registi italiani (Roberto Faenza, Ansano Giannarelli, Marco Leto, Mino Guerrini, Giovanni Fago, Luigi Filippo D’Amico) e stranieri (Brian De Palma, Lewis Gilbert, Barry Gordy, Daniel Mann).
A New York è diventato un piccolo cult il suo ultimo documentario “Pornology New York” una panoramica sull’underground sessuale della Grande Mela’ raccontato attraverso le gesta di un gruppo di “pornovitelloni”.

LASSE BRAUN
Figlio di un diplomatico italiano, Lasse Braun – definito “Il re del porno” da riviste e giornali di tutto il mondo – ha esplicato la sua attività particolarmente in Svezia, e lì ha scelto nel 1966 lo pseudonimo che ormai lo identifica. Laureato in giurisprudenza, regista, sceneggiatore e scrittore, dal 1962 al 1977 Lasse Braun si è fatto promotore di battaglie per la legalizzazione della pornografia, impersonando con la sua personalità dionisiaca lo spirito della Rivoluzione Sessuale iniziata negli anni sessanta. La sua strategia si basava inizialmente sulle leggi di mercato: dare al materiale pornografico una popolarità di massa in modo che la legalizzazione diventasse inevitabile.

11403156_1466814736963718_7049545255589028333_n

Nel 1964 si trasferì in Scandinavia per ottenere da uno dei parlamenti europei un atto ufficiale che abolisse la censura sulla rappresentazione della sessualità, cancellando il reato di “oltraggio al pudore” che di fatto impediva la libera espressione della sessualità esplicita. La legalizzazione avvenne nel giugno 1969 in Danimarca, prima nazione al mondo. Più tardi, nel 1973, anche gli Stati Uniti accolsero il cambiamento in atto, e la American Commission in Obscenity and Pornography, supportata da studi di educatori, rappresentanti del clero, psichiatri e giudici, dichiarò che non si possono «imporre per legge valori morali individuali»; il potere di perseguire l’oscenità, quindi, per decisione della Corte suprema, viene spostato dalle corti federali ai piccoli stati.

11659357_1466814710297054_7366845866134595053_n

Lasse Braun fondò a Stoccolma la AB Film e nel 1971 incontrò Reuben Sturman, l’inventore dei peep show, che diventerà suo socio in affari. Nel 1977, dopo 15 anni di lotte, repressione, successi e casi giudiziari, Lasse Braun lasciò l’attività “militante” continuando però quella di regista e scrittore. Menzionato nei più significativi libri e articoli riguardanti il fenomeno della pornografia e della rivoluzione sessuale, ha scritto, diretto e prodotto un gran numero di film che presentano tutti gli aspetti della sessualità, anche quelli che la morale comune considera perversi, ma ha al suo attivo anche varie opere di sessuologia e antropologia in inglese, francese ed italiano, e vari romanzi.

11219604_1476700005975191_3164445647553187119_n

L’ultimo in ordine di tempo, Lady Caligola, tradotto in varie lingue, è uscito in Bulgaria ed è stato presentato alla Fiera del Libro di Sofia a fine maggio 2008. In Italia è uscito per le edizioni Malatempora nel novembre 2008, con prefazione di Tinto Brass.

1455914_1476584415986750_7697755839349080870_n